GIOVANNA DE SIMONE – LA MATRIGNA ADORATA (2020)

LA MATRIGNA ADORATA di [GIOVANNA DE SIMONE]
EPUB
“Io odio mia madre” è il grido di liberazione che lancia Tina, la protagonista del romanzo, per cercare di liberarsi dai legami di una madre protettiva e soffocante.
Tina è già adulta, indipendente, abita con il suo compagno in una cittadina del Nord Est Produttivo, e lavora come responsabile logistica in una ditta che produce e commercia in oli, semi e farine.
La madre, Concetta, abita con la restante famiglia in una cellula di Caserta trapiantata da trent’anni in una cittadina del Nord Est Produttivo. Fa la casalinga, frigge in cucina quasi tutto il giorno, e Tina è la sua unica figlia, femmina.
Il legame tra le due è difficile, faticoso, perchè Tina odia le sue origini terrone, odia il fritto, e quindi di conseguenza odia sua madre.
Di conseguenza è logica la guerra tra le due, tra Sud e Nord, tra madre e figlia,”.. le due parti si fronteggiano a colpi di pizza di patate che io disprezzo ma mangio avida, o con le mie scarpe che lei si prova così per fare, perchè comunque le fanno schifo”.
Poi la madre si ammala, e la relazione comincia a cambiare, inconsapevolmente.
Forse è Tina che cambia, che comincia ad affrontare la sua terronaggine, forse è la madre che smette di attaccare, forse è il linguaggio che cambia, per poter cominciare a parlare la stessa lingua, molto probabilmente è una guerra contro la morte, contro il dolore, una guerra che per forza devono affrontare insieme.
Alla fine forse è il linguaggio l’unico strumento per vincere, ironico, tragi-comico, grottesco, surreale, dove ogni parola risulta essere contaminata, come l’odore di fritto che ti resta nei capelli, e non se ne va.

Download

Easybytez

Loading...