Margaret Doody – Gli Alchimisti (2002)

 

Italian | 281 Pages | Sellerio 2002 | EPUB/MOBI/PDF | 15.6 Mb

 


Perché l’Italia non ha mai avuto un grande teatro di costume, alla George Bernard Shaw? – si chiedeva Ennio Flaiano. Perché la scena del costume italiano è naturalistica fino alla piattezza, manca di vergogna, e dunque di ipocrisia, e qualunque satira resta inferiore alla realtà. Se questo è vero, spiega dal contrario anche il successo trovato nella letteratura anglosassone dal romanzo universitario: perché pochi sono i luoghi in cui, proverbialmente, ci si prende sul serio, fino alla caricatura, come nelle università inglesi, e a Cambridge e Oxford prima di tutto. Alla lunga tradizione del university novel appartiene Gli alchimisti. Racconta, su una base remotamente autobiografica, della educazione alla vita di una giovane studentessa americana a Oxford negli anni Sessanta. Alchimisti sono tutti gli animali dello zoo umano che la circondano, perché vogliono trasformare in oro la loro vita attraverso la cultura. E soprattutto abili ed ermetici come alchimisti sono i componenti del terzetto che stanno al centro dell’intreccio e costituiscono la controparte della limpida e ingenua protagonista Anne. Paul, Tony e Valeria imbrogliano il mondo intero, un po’ per gioco e un poco per mestiere. Dalla loro movimentata vita anni Sessanta, e dalle loro cospirazioni beffarde e ciniche di falsari, prende forma un romanzo fortemente umoristico, che insinua una vaga tensione, a metà tra la satira di costume e il ritratto di gruppo, a rappresentare lo scontro tra la generazione nuova dei giovani e la tradizione scheletrica che li imbrigliava alla vigilia della contestazione. Un generale immoralismo che Margaret Doody riesce a raffigurare nella sua sorprendente e incantevole innocenza.

 

EasyBytez

(via filecrypt)

Loading...