Penelope Fitzgerald – Da Freddie (2004)

 

Italian | 164 Pages | Sellerio 2004 | EPUB/MOBI/PDF | 15 Mb

 


Nel 1963, nel cuore di Londra, tra il British Museum e il Covent Garden col suo antico mercato ortofrutticolo, un’altra istituzione in piedi era una scuola di teatro per i divi bambini, preparati ai ruoli loro adatti del teatro di Shakespeare, di Peter Pan e di altri classici del repertorio della tradizione inglese. Temple School è denominata nel libro. A dirigerla un altro monumento del mondo teatrale britannico, un ingombrante personaggio di donna indomabile ed eccentrica, sempre pronta al sarcasmo e alla resistenza strenua davanti a tutte le difficoltà di sopravvivenza della scuola. Nella penna della Fitzgerald lei trova il nome di Freddie. E Freddie, i ragazzini della scuola, insegnanti e personale, soci, amici, attori e comprimari del quartiere dei teatri, in quell’anno qualunque, assieme ai luoghi di una Londra d’epoca che sopravviveva ancora, formano la storia di questa commedia: «gioiello di libro» come ebbe a definirla alla sua uscita il critico del «Daily Mail». Appartiene alla parte autobiografica della narrativa della grande scrittrice, che insegnò lei stessa materie umanistiche nell’istituto. Leggere Penelope Fitzgerald è sempre un’esperienza non cancellabile del gusto e dell’intelligenza. Candida, sensibile come una pellicola che si impressiona, la sua scrittura si limita a registrare le giornate bizzarre di un cosmo popolatissimo di originali, delle loro situazioni, amori, inconvenienti, piccole disgrazie, velleità, vizi innocenti, prepotenze, sforzi vani, casi fortuiti e fortunati. Mentre su tutto si stende il velo, piano e senza grinze, di un’ironia che appare non cercata, noncurante, naturale: come se fosse in sostanza non il prodotto di un talento di scrittura, che è stato definito quello di una Jane Austen attuale e paragonato alla pittura di Turner, ma appartenesse alla realtà propria narrata. È il mondo come lo vede la Fitzgerald: fornito di non tanto senso e senno, e tenuto insieme solo dal filo tenace dell’umorismo come legge di natura.

 

EasyBytez

(via filecrypt)

 

Loading...